Da Milano al Marocco passando per Genova: la rotta dei pezzi delle auto di lusso

Il carico è stato sequestrato e le indagini proseguono: secondo gli inquirenti farebbero parte di una banda

I motori sequestrati

Tonnellate di motori, pezzi di carrozzeria e altre parti di Bmw, Audi e Mercedes. Tutti privi di documentazione. Tutte stipate in tre furgoni che stavano per imbarcarsi su una nave per il Marocco. Tutto materiale che, secondo quanto accertato dalle indagini, sarebbe stato rubato da diversi autosaloni di Milano. È quanto è stato trovato nei giorni scorsi al Porto di Genova, come riportato da GenovaToday.

I conducenti dei furgoni sono stati fermati dai militari della guardia costiera, impegnati nei controlli intensificati di questo periodo natalizio. Le verifiche hanno portato alla luce diverse tonnellate di parti meccaniche, tutte prive di documentazione che ne attestasse la provenienza. I furgoni sono stati fermati e il materiale, classificato come rifiuto speciale e pericolose, era stato sequestrato.

I militari, insieme al personale dell’Agenzia delle Dogane di Ponte Doria e sotto la direzione della Procura di Genova, hanno verificato con alcuni autodemolitori di Piemonte e Lombardia la tipologia delle parti caricate sul furgone, accertando che erano state rubate in diversi autosaloni della provincia di Milano.

Gli inquirenti ipotizzano che i conducenti dei mezzi, già denunciati per traffico di rifiuti, farebbero parte di un’organizzazione specializzata nel furto e nella ricettazione internazionale di auto e parti meccaniche. Le indagini procedono per rintracciare gli altri presunti membri dell’organizzazione, e per ricostruire scali e traffici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Oggi e domani Lombardia in zona arancione: regole e divieti per il weekend, cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Fontana: "Lombardia zona rossa, non ce lo meritavamo"

Torna su
MilanoToday è in caricamento