Cronaca Sesto San Giovanni / Viale Ercole Marelli

L'uomo che prova a vendere un pc "probabilmente" rubato

Gli agenti glielo hanno trovato nello zaino. E in casa ne aveva altri

Aveva, nello zaino, un computer che, di fatto, molto probabilmente è stato rubato, anche se lui non lo sapeva con esattezza. L'aveva comprato tempo fa e ora stava provando a rivenderlo. Gli agenti di polizia lo hanno sorpreso mentre camminava a piedi in via Ercole Marelli, al confine tra Milano e Sesto San Giovanni. Si sono insospettiti e hanno deciso di controllarlo. 

E' successo a mezzogiorno meno dieci di venerdì 17 settembre. L'uomo, un 50enne incensurato, a richiesta ha aperto lo zaino ed estratto il computer. Gli agenti della sezione investigativa delle volanti lo hanno esaminato: una volta acceso non aveva né file né un account e appariva formattato da poco. Gli hanno chiesto spiegazioni e lui è stato parecchio vago, ammettendo poi che si trovava lì per venderlo ad un acquirente contattato attraverso un sito di annunci, dopo averlo comprato qualche mese fa da un egiziano a un prezzo notevolmente inferiore a quello di mercato.

Lui stesso ha dunque detto alla polizia che "probabilmente" si trattava di un computer rubato. Gli agenti a quel punto hanno perquisito casa sua, trovando altri diciassette computer, un telefono, un tablet, tre Apple pen e tre cuffie wireless. L'uomo è stato indagato per ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che prova a vendere un pc "probabilmente" rubato

MilanoToday è in caricamento