Cronaca

"Sono il diavolo", e violenta una ragazzina di 14 anni

Nella casa del 42enne, ora in carcere, gli agenti della polizia locale hanno trovato manuali sui riti satanici, candele, incenso e altro materiale su magia ed esoterismo

Libri a carattere satanico

Per circa un anno e mezzo avrebbe violentato una 14enne, figlia di amici di famiglia, dopo averla terrorizzata sostenendo di essere il "diavolo" e minacciando di uccidere i suoi genitori se non avesse accettato le sue attenzioni.

L'uomo, un 42enne residente nel Milanese, è stato fermato nei giorni scorsi dalla polizia locale con l'accusa di violenza sessuale aggravata. Secondo quanto è emerso dalle indagini, coordinate dal pm di Milano Cristian Barilli, l'uomo avrebbe anche costretto la vittima a stringere un 'patto di sangue', facendole una piccola incisione sul dito della mano dopo aver acceso candele e incenso. 

L'uomo è stato interrogato venerdì. Si trova a San Vittore. Al termine dell'interrogatorio di garanzia è stato convalidato il fermo, eseguito martedì scorso dagli agenti, ed è stata disposta la custodia cautelare in carcere. Il 42enne, un imprenditore di origini napoletane, ha alcuni precedenti per lesioni. Dalle intercettazioni è emerso che, prima che venisse eseguito il fermo, aveva intenzione di andare a Napoli e far perdere le sue tracce. Nella sua casa gli agenti della polizia locale hanno trovato manuali sui riti satanici, candele, incenso e altro materiale su magia ed esoterismo. Materiale che è stato sequestrato al termine della perquisizione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono il diavolo", e violenta una ragazzina di 14 anni

MilanoToday è in caricamento