Cronaca Greco / Via Antoine Watteau

Il Leoncavallo scrive al nuovo assessore: "Risolviamo la regolarizzazione"

Il centro sociale, che "compie" 40 anni a ottobre, chiede che si vada avanti col progetto della permuta di edifici tra comune e proprietà

Il Leoncavallo

Il nuovo assessore all'urbanistica, il prorettore del Politecnico Alessandro Balducci, si è appena insediato e il Leoncavallo si rifà subito "vivo". La questione della regolarizzazione del centro sociale più famoso d'Italia, il cui leader Daniele Farina è deputato di Sinistra ecologia e libertà, è stata una delle "frizioni" interne alla maggioranza che ha poi portato, goccia dopo goccia, alle dimissioni di Lucia De Cesaris. C'era in gioco una permuta tra il comune e la società proprietaria dell'ex cartiera di via Watteau, ma il consiglio comunale non è riuscito a votarla entro il termine degli accordi (30 aprile).

Ora il Leoncavallo chiede a Balducci una "spinta propositiva", attraverso una lettera. "Rimane sul suo tavolo una delibera, opera di chi l'ha preceduta, approvata da tutta la giunta", spiega il centro sociale richiamandosi appunto alla permuta di aree, con cui il comune sarebbe entrato in possesso dello stabile del "Leo" e i Cabassi, in cambio, avrebbero ottenuto l'ex scuola di via Zama e un'altra area ora comunale in via Trivulzio.

Lo scopo è quello di arrivare ad una soluzione entro le elezioni del 2016, per "affrontare una vicenda aperta oramai da decenni". Il Leoncavallo compie quarant'anni il 18 ottobre 2015.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Leoncavallo scrive al nuovo assessore: "Risolviamo la regolarizzazione"

MilanoToday è in caricamento