Cronaca

Eataly presenta il suo "pesce d'aprile": la bufala dimagrante

Inserzione pubblicitaria scherzosa dell'azienda di Oscar Farinetti

La "bufala dimagrante"

La pubblicità campeggia a tutta pagina, su Repubblica: assomiglia a quelle usuali di Eataly, grafica identica a quelle solite. Ma si chiama "Heat Italy". Infiammare l'Italia o qualcosa del genere. E' il pesce d'aprile (anzi, la bufala d'aprile, come vedremo) dell'azienda di Oscar Farinetti. Lo scherzo, oltre ad essere evidente, è rivelato dalla frase finale ("Buon 1 aprile a tutti").

Oggetto della reclame, la "prima bufala dimagrante": un progetto della Harmard University e del Cerns di Ginevra, insieme ad un caseificio di Menate sul Sarno, grazie a cui è stata creata una mozzarella di bufala che "diminuisce la massa grassa almeno del 180%". Diventate scheletri, insomma. Il tutto certificato da una ricerca durata "oltre due anni" su un campione di "più di due individui, entrambi vegani".

Rassicurante, poi, il modo in cui le bufale vengono allevate. "Alimentate - si legge - con bacche di Goij e massaggiate con olio di argan". Ecco il segreto, i massaggi.

Il prezzo di codesta miracolosa bufala? La confezione da 250 grammi costa 3,14315926535. I più attenti notano una strana somiglianza col Pi Greco, che in realtà è leggermente diverso (il terzo decimale, 3, non c'è nella costante originale).

Alla fine tutto svelato: "Dal vero Eataly non si scherza con le materie prime... e con le bufale!", si legge nella parte finale dell'inserzione. Che suona anche come una presa in giro (bonaria) verso il proliferare di diete più o meno serie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eataly presenta il suo "pesce d'aprile": la bufala dimagrante

MilanoToday è in caricamento