Milano, in giro per Capodanno con petardi, una "pistola" e quaranta cartucce: denunciati

Nei guai due ragazzi di ventisette e ventinove anni, fermati in piazza Ferrari. I fatti

Erano usciti di casa pronti per festeggiare il Capodanno, ma non avevano fatto i conti con i carabinieri. Due ragazzi - due giovani di ventisette e ventinove anni, entrambi italiani - sono stati denunciati nella notte del 1 gennaio dai militari della stazione Duomo con le accuse di procurato allarme e detenzione abusiva di materiale esplodente. 

I due sono stati fermati e controllati in piazza Cardinal Ferrari dai carabinieri, che li avevano visti fermi davanti alla saracinesca di un negozio con fare sospetto. 

È bastata una veloce perquisizione agli uomini dell'Arma per trovare tre petardi artigianali, una pistola a salve con il tappo rosso e una quarantina di cartucce per quella stessa pistola. Tutto il materiale è stato sequestrato e i ragazzi sono stati identificati e denunciati. 

Quella stessa notte tra Milano e la provincia, proprio per l'esplosione di petardi e fuochi d'artificio, si sono contati oltre dieci feriti. L'incidente più grave in via Capuana, dove lo scoppio di un botto ha mandato in ospedale quattro ragazzini: uno di loro, un 13enne, ha subito l'amputazione della mano destra ed è stato ricoverato in codice rosso al Niguarda.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona gialla': cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

Torna su
MilanoToday è in caricamento