Milano, piante di marijuana nell'appartamento condiviso con la zia: 19enne arrestato

Il giovane è recidivo: a 17 anni fu sorpreso mentre spacciava cocaina

Piante di marijuana di oltre un metro e mezzo, già fiorite, in camera da letto. E cime di marijuana essiccate nell'armadio. Il 19enne aveva trasformato l'appartamento di via Longarone a Quarto Oggiaro - condiviso con la zia - in un luogo di coltivazione diretta e deposito di droga. Ma martedì 10 novembre gli agenti della squadra mobile di Milano lo hanno colto sul fatto e arrestato.

I poliziotti avevano compiuto alcuni accertamenti antidroga in zona e sono arrivati all'alloggio del giovane, un italiano con alcuni precedenti specifici: quando aveva 17 anni era stato sorpreso in flagranza mentre spacciava cocaina. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato due piante di marijuana fiorite, alte oltre un metro e mezzo, nella camera da letto del ragazzo. E, nell'armadio, attaccati a uno spago, rami di piante con cime di marijuana già essiccate per un peso di quasi 200 grammi.

Dentro un barattolo erano poi nascosti 40 grammi di marijuana e qualche dose di hashish. Il 19enne è stato arrestato per spaccio di droga, mentre non è emerso alcunché riguardo alla zia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento