menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un esemplare di peyote

Un esemplare di peyote

Traffico di piante rare e peyote, denunciati anche quattro milanesi

Operazione del corpo forestale dello stato: tredici in tutto i denunciati

Quattro milanesi sono tra i denunciati per traffico internazionale di piante protette e sostanze stupefacenti. Sono in tutto più di 1.700 le cactacee sequestrate, oltre a circa 600 peyote. In tutto tredici le persone denunciate. L'operazione è stata condotta dagli uomini della forestale, che hanno individuato un prelevamento delle cactacee dal loro ambiente naturale: si tratta di piante molto ricercate dai collezionisti. Il peyote è invece un allucinogeno vietato dalla normativa nazionale sulle droghe.

I reati ipotizzati sono di detenzione e commercio di specie vegetali protette, falso in atto pubblico, contrabbando, associazione a delinquere finalizzata a coltivazione, detenzione e spaccio di stupefacenti. La forestale ha fermato i trafficanti in autostrada mentre erano alla guida di un furgone, provenienti dall'Ungheria, con più di mille piante protette e circa 500 peyote messicano. Parallelamente a Malpensa sono state intercettate alcune spedizioni di piante rare, provenienti dal Cile. Le spedizioni erano accompagnate da certificati contraffatti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento