Cronaca

Ubriaco, picchia l'ex moglie (con cui divide ancora la casa) e le frattura il naso

L'uomo non era nuovo a gesti del genere. Spesso violento, ha precedenti per maltrattamenti e sfruttamento della prostituzione

Arrestato

Erano divorziati dal 2011, ma convivevano sotto lo stesso tetto perché non avevano abbastanza denaro per vivere in due abitazioni diverse. Ma i rapporti non erano esattamente quelli di due persone che si ignorano: lui, in particolare, era spesso violento. Già in passato i carabinieri erano dovuti intervenire nel loro alloggio, a Liscate, per riportare la calma; ma lui era sempre sfuggito.

Non così nella notte tra il 19 e il 20 luglio: questa volta i militari lo hanno trovato ancora sul posto e hanno potuto arrestarlo in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia.

Come già altre volte, l'uomo (un tunisino di 42 anni, regolare in Italia e operaio) era tornato molto tardi a casa, verso le cinque del mattino, dopo avere bevuto parecchio. Ha litigato con l'ex moglie (un'italiana di 41 anni) per futili motivi e le ha sferrato un pugno al volto, fratturandole il naso.

La donna è scappata nel cortile dell'edificio e - da lì - ha chiamato il 118, che a sua volta ha avvertito i militari. E mentre i sanitari la portavano in ospedale (i medici le hanno poi dato una prognosi di 21 giorni), i carabinieri hanno sorpreso sul posto il bruto, arrestandolo. E' noto alla giustizia, con precedenti per sfruttamento della prostituzione e maltrattamenti. I due si erano sposati nel 2002 e, dopo nove anni, avevano deciso di separarsi. Lei ha due figli maggiorenni avuti da una precedente relazione. L'uomo è stato processato per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco, picchia l'ex moglie (con cui divide ancora la casa) e le frattura il naso

MilanoToday è in caricamento