Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Via Papa Giovanni XXIII

Picchia la sua fidanzata in strada, poi si butta nel fiume per scappare dai vigili: arrestato

Il giovane è stato "ripescato" dai vigili del fuoco a Nerviano e poi arrestato. Il racconto

Il ragazzo è stato salvato dai pompieri - Foto © MilanoToday

Prima ha rincorso la sua fidanzata in strada. Poi l’ha aggredita. Quindi, dopo essere stato ammanettato dalla polizia locale, è scappato e si è lanciato nel fiume Olona, compiendo un volo nel vuoto di circa tre metri, per sfuggire agli agenti. 

Domenica mattina folle a Nerviano, teatro del personalissimo show di un ragazzo - la cui identità non è ancora nota - che alla fine dello "spettacolo" è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. 

Verso mezzogiorno, il giovane e la sua fidanzata hanno iniziato a litigare in auto: la giovane è scesa dalla macchina e ha cercato di allontanarsi. A quel punto, però, secondo quanto appreso da MilanoToday, il fidanzato l'ha rincorsa e aggredita, causando la reazione di alcuni presenti. 

Sul posto è immediatamente intervenuta la polizia locale, allertata dai testimoni, che ha cercato di fermare il ragazzo. Quando gli agenti lo hanno bloccato e ammanettato, il giovane ha reagito, divincolandosi e gettandosi nel fiume Olona dal ponte di via Papa Giovanni XXIII. 

Dopo qualche minuto di apprensione, il ragazzo è stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco e arrestato dai carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la sua fidanzata in strada, poi si butta nel fiume per scappare dai vigili: arrestato

MilanoToday è in caricamento