menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Milano, violento allontanato dalla famiglia: terrorizzava i genitori e prendeva a calci i figli

In passato l'uomo aveva maltrattato l'ex compagna e i figli minorenni, arrivando a cagionare ad uno di loro, che all'epoca aveva solo sei anni, un'importante lesione del cavo orale con un calcio sulla bocca per "dargli una lezione"

Nell'ultimo periodo era diventato violento. Prevaricazioni e maltrattamenti indistintamente rivolte verso ogni persona con la quale ha intrattenuto rapporti affettivi e familiari, tra cui, da ultimo, gli anziani genitori, continuamente minacciati di morte al fine di poter estorcere loro denaro. 

Per questo contro un 41enne, italiano e disoccupato, è stato deciso l'allontanamento da loro. Dovrà stare lontano dai genitori almeno un chilometro. E dovrà tenere a bada la sua violenza andando dallo psicologo. Altrimenti per lui scatteranno le manette della polizia e finirà in carcere.

Le violenze contro gli anziani genitori

È la misura di prevenzione messa in campo dalla questura di Milano, nell'ambito dell'attività di monitoraggio dei soggetti socialmente pericolosi, svolta dalla Divisione Anticrimine. Su proposta del questore Sergio Bracco, considerando l'elevato rischio di degenerazione criminale, è stata applicata la Sorveglianza Speciale di polizia.

L'uomo pretendeva dai genitori almeno 50 o 100 euro al giorno, con frasi del tipo "entro le 20 vieni e portami i soldi a casa". Davanti a eventuali rifiuti, l'uomo reagiva con violenza: in un'occasione ha frantumato i vetri di una veranda, costringendo gli anziani genitori a vivere barricati in casa. 

Prendeva a calci anche la moglie e i figli

In passato l'uomo aveva maltrattato l'ex compagna e i figli minorenni, arrivando a cagionare ad uno di loro, che all'epoca aveva solo sei anni, un'importante lesione del cavo orale con un calcio sulla bocca per "dargli una lezione". Ha inoltre aggredito, insultato e minacciato in diverse occasioni le maestre del figlio minore all'interno della struttura educativa e in presenza di tutti gli altri bambini presenti nell'asilo.

Con la cosiddetta ingiunzione trattamentale - l'allontanamento - finalizzata a far prendere coscienza del disvalore sociale delle sue condotte, nell'ambito del Protocollo Zeus, si spera di evitare che tutto degeneri in episodi di sangue ben più gravi. Per il bene di genitori, mogli e figli dell'uomo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento