Cronaca

Cremona: picchia la madre perché non gli dà i soldi, arrestato

E' accaduto a Cremona

L'ultima richiesta di denaro di un giovane di Crema (Cremona) a sua madre era stata di seicento euro, «per passare il Capodanno». Ma il 2014 dell'uomo, un operaio di 28 anni, già condannato nel 2011 a due anni di reclusione per i maltrattamenti alla madre, si è aperto con le manette ai polsi. I poliziotti l'hanno arrestato venerdì pomeriggio in esecuzione di un ordine di custodia cautelare, emesso dalla magistratura di Cremona.

A portarlo in carcere di nuovo sono state le minacce e le percosse alla donna, le angherie e le pretese di denaro che, secondo l'accusa, sarebbero state tali da configurare il reato di estorsione. Il giovane, con un regolare impiego, ora si trova nel carcere di Cremona.

Gli agenti l'hanno 'preso in consegna' nell'appartamento dove vive, in un paese della cintura cittadina. «Spesso si tende a mantenere tutto all'interno della famiglia, sino a quando la situazione esplode in tutta la sua drammaticità», si è limitato a commentare in serata il sostituto commissario di Crema Michele Bulloni, che si è occupato del caso. Bulloni, dando conto dell'arresto, ha parlato di «continue sofferenze fisiche e morali», ma anche della «sottrazione di oggetti in oro».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cremona: picchia la madre perché non gli dà i soldi, arrestato

MilanoToday è in caricamento