Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Garbagnate Milanese

"Prendono" a casa il figlio ai domiciliari: madre e padre picchiati e maltrattati per due anni

Le manette per l'uomo sono scattate mercoledì sera dopo l'ennesima aggressione

Per due anni ha reso la loro vita un inferno. Schiaffi, pugni, minacce, insulti a quella donna e quell'uomo che avevano continuato a tenerlo in casa nonostante tutto. Ma alla fine, mercoledì sera, per lui sono scattate le manette. 

Un uomo di quarantasette anni, un cittadino italiano nullafacente e pregiudicato, è stato arrestato dai carabinieri di Garbagnate Milanese con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. 

L'allarme è scattato a ora di cena, quando l'anziano padre del 47enne ha telefonato al 112 e ha spiegato che suo figlio - in casa perché agli arresti domiciliari - stava aggredendo la madre. Al loro arrivo sul posto, una casa popolare in zona via Kennedy, i militari hanno trovato l'uomo - evidentemente ubriaco - che si scagliava contro la madre 83enne. Alla vista delle divise, l'aggressore ha colpito anche i carabinieri, che alla fine dopo una breve colluttazione lo hanno arrestato e portato via. 

I due genitori, ascoltati dagli investigatori, hanno raccontato che quello era solo l'ultimo episodio di una lunga serie di violenze e maltrattamenti, che subivano ormai dal 2016. Il figlio violento sarà processato per direttissima. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Prendono" a casa il figlio ai domiciliari: madre e padre picchiati e maltrattati per due anni

MilanoToday è in caricamento