Cronaca

San Donato, prende la moglie a pugni in faccia dopo una lite: lei in ospedale, lui in carcere

In manette un uomo di 31 anni, accusato di maltrattamenti in famiglia. Ricoverata la donna

L'ha insultata, l'ha aggredita e le ha sferrato un violentissimo pugno al volto. Ma, per fortuna, a evitare che la situazione precipitasse in maniera ancora più tragica ci hanno pensato i carabinieri, che lo hanno bloccato e portato via in manette. 

Un uomo di 31 anni, un cittadino peruviano che lavora come magazziniere, è stato arrestato nella notte tra giovedì e venerdì con l'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della sua compagna, una connazionale di 49 anni. 

Stando a quanto finora ricostruito dai militari, che sono intervenuti dopo una richiesta d'aiuto al 112, il 31enne - evidentemente ubriaco - avrebbe colpito la vittima dopo una lite per futili motivi. Quando i carabinieri sono arrivati a casa della coppia, la donna aveva evidenti segni e ferite sul volto, tanto che è stata trasportata al Policlinico di Milano in codice giallo e in condizioni serie. 

Lei stessa, a lungo ascoltata dagli investigatori, ha spiegato che ormai da tempo subisce violenze fisiche e psicologiche e i militari l'hanno messa in contatto con un centro antiviolenza. Il compagno invece è stato dichiarato in arresto e portato in carcere a San Vittore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Donato, prende la moglie a pugni in faccia dopo una lite: lei in ospedale, lui in carcere

MilanoToday è in caricamento