"Non devi lavorare": marito disoccupato picchia spesso la moglie, arrestato

L'uomo non si fermava davanti ai figli della coppia

Arrestato per avere picchiato più volte la moglie

Non voleva che la moglie lavorasse e, per questo motivo, la picchiava continuamente. Ora l'uomo, un 49enne originario della Tunisia, è finito agli arresti. La moglie, una connazionale, ha infatti avuto il coraggio di denunciarlo a dicembre, non potendone più delle botte e delle minacce. 

L'uomo, peraltro, è disoccupato: l'occupazione della moglie, quindi, è l'unico sostentamento economico della famiglia, che vive a Uboldo nel Saronnese e di cui fanno parte anche tre figli minorenni. Figli che erano costretti a osservare il loro papà mentre picchiava, tirava per i capelli o scaraventava contro il muro la donna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raccolta la denuncia, i carabinieri hanno compiuto le indagini di rito e hanno eseguito l'arresto, disposto dalla procura. Moglie e figli sono in una comunità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

Torna su
MilanoToday è in caricamento