"Non devi lavorare": marito disoccupato picchia spesso la moglie, arrestato

L'uomo non si fermava davanti ai figli della coppia

Arrestato per avere picchiato più volte la moglie

Non voleva che la moglie lavorasse e, per questo motivo, la picchiava continuamente. Ora l'uomo, un 49enne originario della Tunisia, è finito agli arresti. La moglie, una connazionale, ha infatti avuto il coraggio di denunciarlo a dicembre, non potendone più delle botte e delle minacce. 

L'uomo, peraltro, è disoccupato: l'occupazione della moglie, quindi, è l'unico sostentamento economico della famiglia, che vive a Uboldo nel Saronnese e di cui fanno parte anche tre figli minorenni. Figli che erano costretti a osservare il loro papà mentre picchiava, tirava per i capelli o scaraventava contro il muro la donna.

Raccolta la denuncia, i carabinieri hanno compiuto le indagini di rito e hanno eseguito l'arresto, disposto dalla procura. Moglie e figli sono in una comunità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

Torna su
MilanoToday è in caricamento