Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Barona / Via Primo Mazzolari

Pesta la moglie davanti ai figli: arrestato, in cella già tre mesi fa per lo stesso motivo

In manette è finito un cingalese di cinquantadue anni, già arrestato a luglio scorso. La storia

L'uomo è stato arrestato dalla polizia - Foto repertorio

Lo stesso incubo di tre mesi fa. Lo stesso finale anche: lei in ospedale con i piccoli, lui ammanettato in una macchina della polizia. 

Un uomo di cinquantadue anni, cingalese, è stato arrestato martedì sera dagli agenti della Questura di Milano per il reato di maltrattamenti in famiglia. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, verso le undici l’uomo è rientrato a casa ubriaco e si è immediatamente scagliato contro sua moglie. 

La donna è stata afferrata per un braccio, insultata e colpita con diversi pugni al volto, il tutto davanti ai tre figli - tutti minorenni - della coppia. A dare l’allarme alla polizia è stato un vicino di casa della vittima - residente in via Don Primo Mazzolari -, spaventato per le urla che provenivano dall’abitazione dei due. 

Arrivati sul posto, i poliziotti sono riusciti a tranquillizzare il cinquantaduenne e ad ammanettarlo senza problemi. Dai controlli è subito emerso che il 29 luglio scorso l’uomo era già stato arrestato e sempre per maltrattamenti in famiglia. 

La vittima, insieme ai tre figli piccoli, è stata portata all’ospedale San Paolo. Le sue condizioni, fortunatamente, non sono gravi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesta la moglie davanti ai figli: arrestato, in cella già tre mesi fa per lo stesso motivo

MilanoToday è in caricamento