Cronaca Chiesa Rossa / Via San Giacomo

“Mi hai nascosto il vino”: pesta a sangue la moglie e si "accoltella"

Le violenze sono avvenute in un appartamento di via San Giacomo. A salvare la donna è stata un agente della polizia locale, residente nello stesso condominio. Non era la prima volta che l'uomo la malmenava

L'uomo è stato arrestato - Repertorio

E’ scappata, con mani e faccia insanguinate, verso le scale del suo condominio. E, solo per caso, sulla sua strada ha trovato un agente della polizia locale, libera dal servizio e residente nello stesso stabile, che l’ha portata in salvo. 

Violentissima aggressione nella notte tra giovedì e venerdì in un appartamento di via San Giacomo a Milano, dove un uomo di sessantasei anni ha pestato a sangue sua moglie, una cinquantacinquenne. 

La donna, ferita e sotto choc, è riuscita a sfuggire alla furia del compagno e si è lanciata tra le braccia dell’agente, dicendole “salvami, vuole uccidermi”: 

L’agente ha cercato di calmare la donna, ha fatto intervenire un'ambulanza e, con due condomini, ha atteso i rinforzi che aveva chiamato dalla centrale operativa. Gli uomini della locale sono saliti in un appartamento all'ottavo piano, sporco di sangue e totalmente a soqquadro, nel quale hanno trovato un uomo molto agitato che aveva delle ferite al torace. 

Gli agenti hanno poi scoperto che era stato lui stesso a procurarsi quelle ferite “accoltellandosi” con dei vetri rotti durante la lite con la moglie, per incolparla. 

A scatenare la rabbia del sessantenne, già arrestato per aver picchiato la donna in precedenza, sarebbe stata la decisione della moglie di nascondergli il vino. 

L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia e potrebbe dover rispondere anche dell’accusa di lesioni. Ora si trova nel carcere di San Vittore. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Mi hai nascosto il vino”: pesta a sangue la moglie e si "accoltella"

MilanoToday è in caricamento