Cronaca

Prende una multa: ragazzo va in comune, picchia il comandante dei vigili e minaccia tutti

Il giovane, ventisei anni, è stato arrestati per resistenza e lesioni aggravate. La storia

Ha sfondato la porta d'ingresso del comune per non attendere che gli uffici aprissero. Poi, ha minacciato chiunque trovasse sulla sua strada. Quindi, una volta incrociato il suo vero obiettivo, lo ha picchiato. 

Mattinata decisamente agitata quella di mercoledì nel comune di Cambiago, nel Milanese, teatro dello "spettacolo" di un ragazzo di ventisei anni - un cittadino croato, con precedenti - arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. 

Il giovane, secondo quanto accertato dai carabinieri di Gorgonzola, si è presentato negli uffici comunali per protestare per una multa presa pochi giorni prima. All'interno del palazzo cittadino, dove è riuscito a entrare forzando l'ingresso, il ventiseienne si è scagliato contro il comandante dei ghisa, picchiandolo con violenza. Poi, non contento, ha cercato di colpirlo - per fortuna senza riuscirci - lanciandogli contro una panchina. 

Al loro arrivo sul posto, i militari hanno trovato l'aggressore ancora all'interno degli ufficio della Locale e lo hanno arrestato. Per lui giovedì mattina il tribunale di Milano ha disposto gli arresti domiciliari. Il numero uno dei vigili, invece, è finito in ospedale, da dove è poi stato dimesso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende una multa: ragazzo va in comune, picchia il comandante dei vigili e minaccia tutti

MilanoToday è in caricamento