menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri

Carabinieri

Settimo Milanese: picchia e violenta la moglie minacciandola con un coltello

Il fatto è avvenuto martedì 28 ottobre

Dopo una giornata di insulti, minacce e botti, è arrivata anche la violenza sessuale con un coltello puntato addosso. E' successo martedì 28 ottobre in un'appartamento a Settimo Milanese, in via Trento e Trieste, dove un uomo di 47 anni, originario della Tunisia, in preda ad una crisi di gelosia, ha sottoposto la moglie peruviana di 45 anni ad una serie di sevizie e malvagità alle quali la donna non ha potuto opporre resistenza.

I due avevano iniziato a litigare fin dal mattino. Il nordafricano era andato su tutte le furie dopo la chiamata di un amico sul cellulare della donna. Quando in casa c'erano i figli, i due si erano limitati a litigare verbalmente, ma quando gli adolescenti sono andati a scuola sono iniziate le botte.

Il culmine del diverbio è stato raggiunto quando l'uomo ha preso la donna e, minacciandola con un coltello da cucina, l'ha violentata. Fortunatamente, forse anche per effetto dell'alcol, il marito si è addormentato poco dopo e la signora, che attualmente è l'unica che lavora in famiglia e si era sentita con una collega, è andata in ospedale con l'amica.

Al San Carlo le hanno riscontrato un trauma cranico e le hanno dato 20 giorni di prognosi. Solo allora, grazie anche ai consigli dell'amica, la donna ha denunciato tutto ai carabinieri. I militari dell'arma hanno accompagnato la sudamericana a casa, dove hanno ammanettato il marito violento, disoccupato e senza precedenti penali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento