rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca

Milano, arrestato per l'omicidio di Roberta Priore, fidanzato si impicca in carcere: è morto

I medici, lunedì mattina, hanno dichiarato la morte cerebrale ed ha smesso di vivere nel pomeriggio

Pietro Carlo Artusi, 47 anni, è morto dopo due giorni di agonia. Si è tolto la vita impiccandosi in cella. I poliziotti penitenziari lo avevano trovato avvolto in un lenzuolo, ancora in vita, e avevano chiamato i soccorsi. Si tratta dell'uomo arrestato per l'omicidio di Roberta Priore, 53 anni, sua compagna da qualche mese, nell'appartamento della donna in via Piranesi a Milano.

I medici, lunedì mattina, hanno dichiarato la morte cerebrale ed ha smesso di vivere nel pomeriggio. Priore è stata trovata morta nell'appartamento martedì 19 marzo, nel pomeriggio: la figlia non riusciva a mettersi in contatto con lei e così ha chiamato aiuto. Sul posto la polizia e i vigili del fuoco hanno aperto la porta dell'abitazione, che all'interno era a soqquadro con oggetti alla rinfusa e sedie rovesciate.

L'omicidio di Roberta

L'uomo è stato fermato poco dopo la scoperta del cadavere. E, in piena notte, ha confessato l'omicidio, raccontando di una cena in un ristorante all'Ortica lunedì sera, durante la quale hanno litigato; poi, nell'appartamento, una discussione accesa culminata, secondo il racconto di Artusi, in una specie di lotta tra i due, con colpi reciproci fino a quando Artusi avrebbe gettato la sua compagna per terra e l'avrebbe soffocata con un cuscino «per non farla più urlare».

Il 47enne, stando a quanto finora ricostruito, avrebbe "nascosto" il cadavere con una coperta. Nella tarda mattinata di martedì, poi, avrebbe staccato i tubi del gas dell'appartamento e avrebbe provato ad uccidersi, dando anche fuoco a dei fogli di carta gettati sul corpo della compagna, che infatti presentava alcune lievissime bruciature sul costato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, arrestato per l'omicidio di Roberta Priore, fidanzato si impicca in carcere: è morto

MilanoToday è in caricamento