rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Stazione Centrale / Piazza Duca d'Aosta

Uomo lancia pietre e aggredisce gli agenti in stazione a Milano: la polizia gli spara

È successo la notte scorsa in Centrale. Gli agenti hanno sparato per fermare l'uomo

Le pietre e i pezzi di marmo scagliati contro i poliziotti. Poi il colpo di pistola. Notte di paura - un'altra, l'ennesima -, in stazione Centrale a Milano, dove gli agenti della Polfer sono stati aggrediti da un 27enne, cittadino egiziano, che è stato poi bloccato dagli stessi agenti con l'arma di ordinanza.

Tutto è iniziato verso le 2.20, quando l'uomo è uscito dal posto di polizia della Centrale con una denuncia a piede libero per rapina e resistenza a pubblico ufficiale perché poco prima aveva aggredito e scippato un passante in piazza Duca d'Aosta venendo fermato dall'Esercito e dalla Polfer. Una volta "libero", il 27enne ha iniziato a dare in escandescenze in piazza Luigi di Savoia, lanciando pietre contro i poliziotti con una sorta di fionda artigianale e cercando di colpirli con un pezzo di marmo staccato da una lastra che aveva distrutto. 

Gli agenti hanno inizialmente utilizzato il taser, che però non ha fermato l'aggressore, che ha continuato ad avanzare contro gli uomini in divisa. A quel punto uno di loro ha aperto il fuoco, centrandolo alla spalla sinistra. Soccorso e portato immediatamente all’ospedale Niguarda, il 27enne è stato medicato e i sanitari hanno accertato che il colpo non ha toccato organi vitali. È stato ricoverato in terapia intensiva ma non in pericolo di vita.

Il cittadino egiziano, negativo nella banca dati delle forze di polizia, era già stato foto segnalato lo scorso 24 aprile 2024 a Belluno poiché richiedente protezione internazionale con pratica approvata. In precedenza aveva fatto istanza ad Ascoli, dove la pratica era stata rigettata per irreperibilità.

Il film di venerdì notte è tragicamente simile a quello della notte precedente, quando il 35enne Christian Di Martino, vice ispettore di polizia, è stato accoltellato tre volte alla schiena da un 37enne marocchino che stava lanciando sassi dai binari della stazione di Lambrate. Intervenuto con i colleghi per bloccare l'uomo, Di Martino è stato centrato da tre fendenti. A causa delle ferite, l'agente è ancora ricoverato in condizioni disperate all'ospedale Niguarda dopo essere stato operato e aver subito settanta trasfusioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo lancia pietre e aggredisce gli agenti in stazione a Milano: la polizia gli spara

MilanoToday è in caricamento