rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Stazione Centrale / Piazza Duca d'Aosta

Già colpito dal taser, si 'lancia' contro gli agenti: la polizia gli spara. Il video

È successo la notte scorsa in Centrale. L'uomo, un 27enne, è stato colpito alla spalla. Lui è indagato per minaccia e violenza a pubblico ufficiale. Iscritto nel registro degli indagati anche l'agente che ha sparato

Mohamad El Shaad Ali Harga, 27 anni compiuti lo scorso febbraio, cittadino egiziano, è quasi in ginocchio sull'asfalto in piazza Luigi di Savoia, accanto alla stazione Centrale. Raccoglie delle pietre in un pezzo di stoffa, forse la maglia, e improvvisa una fionda artigianale. Urla, fa gesti. Gli agenti provano a contenerlo, a calmarlo. Uno di loro, taser in pugno, cerca di bloccarlo ma i dardi colpiscono la gamba e la cintura e l'aggressore non si ferma. Anzi fa un balzo in avanti verso uno dei poliziotti, che apre il fuoco e lo centra alla spalla sinistra. 

È in un video registrato da una telecamera di sorveglianza la notte di paura - un'altra, l'ennesima -, andata in scena in stazione Centrale a Milano, dove gli agenti della Polfer sono stati aggrediti da un 27enne, cittadino egiziano, che è stato poi bloccato dagli stessi agenti, diventati 10 nel corso dell'intervento, con l'arma di ordinanza.

L'uomo era uscito poco prima dal posto di polizia della Centrale con una denuncia a piede libero per rapina e resistenza a pubblico ufficiale perché aveva aggredito e scippato un passante in piazza Duca d'Aosta venendo fermato dall'Esercito e dalla Polfer. Una volta "libero", il 27enne ha iniziato a dare in escandescenze, lanciando pietre contro i poliziotti con una sorta di fionda artigianale e cercando di colpirli con un pezzo di marmo staccato da una lastra che aveva distrutto. 

Operato al Niguarda, il 27enne se la caverà con 60 giorni di prognosi, perché il proiettile non ha colpito organi vitali. Il giovane - che è risultato positivo alla cocaina - era stato fotosegnalato lo scorso 24 aprile 2024 a Belluno poiché richiedente protezione internazionale con pratica approvata. Ora è indagato in stato di libertà per violenza e minacce a pubblico ufficiale, resistenza e oltraggio. Ed è indagato anche l'agente che ha sparato. La procura, che ha aperto un fascicolo per lesioni dolose aggravate, ha già ipotizzato le scriminanti della legittima difesa e dell'uso legittimo delle armi: l'approfondimento sarà a cura degli inquirenti, e l'iscrizione nel registro degli indagati è 'tecnica' in tal senso.

Soltanto giovedì notte, invece, il 35enne Christian Di Martino, vice ispettore di polizia, è stato accoltellato tre volte alla schiena da un 37enne marocchino che stava lanciando sassi dai binari della stazione di Lambrate. Intervenuto con i colleghi per bloccare l'uomo, Di Martino è stato centrato da tre fendenti. A causa delle ferite, l'agente è ancora ricoverato in condizioni disperate all'ospedale Niguarda dopo essere stato operato e aver subito settanta trasfusioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Già colpito dal taser, si 'lancia' contro gli agenti: la polizia gli spara. Il video

MilanoToday è in caricamento