menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cane poliziotto

Cane poliziotto

Quarto Oggiaro: polizia nelle scuole con i cani antidroga

La polizia controllerà varie scuole del quartiere di Quarto Oggiaro

A meno di tre mesi dall'uccisione, a Milano, di tre esponenti della criminalità a Quarto Oggiaro (tra i quali un boss dello spaccio di droga, Pasquale Tatone) e a due mesi dal caso di una scuola 'ostaggiò di studenti bulli e spacciatori, la polizia, che il 5 dicembre ha arrestato il presunto responsabile dei tre omicidi, ottiene un altro successo: un accordo con le scuole per la presenza di agenti negli istituti della zona con controlli antidroga e incontri con gli studenti.

Mercoledì mattina il via, con un gruppo di agenti del Commissariato di Quarto Oggiaro che sono entrati, in accordo con il preside, nell'istituto Marelli-Dudovich. Un controllo effettuato anche con cani antidroga, e anche nelle classi. «Non un accertamento repressivo» piuttosto un modo di fare prevenzione, di «far sentire che la polizia c'è e che i ragazzi possono rivolgersi a noi con fiducia», aveva spiegato il dirigente, Antonio D'Urso, in occasione di un incontro che la Polizia aveva organizzato con esponenti della circoscrizione, delle scuole, del privato sociale, alcune settimane fa.

Nei prossimi giorni le 'visite' della Polizia di Stato nelle scuole di Quarto Oggiaro proseguiranno: gli istituti che hanno già dato via libera all'iniziativa sono infatti una decina. Il 29 ottobre scorso un ex studente di una scuola superiore del quartiere, sostenuto da una ventina di studenti-bulli, era stato arrestato per aver messo in piedi un florido spaccio di hashish all'interno del 'suò istituto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento