rotate-mobile
Cronaca

Pestato dai poliziotti, torna in ospedale: "Complicazioni al viso"

La vittima di un violento pestaggi qualche settimana fa potrebbe avere "deformità permanenti". Domenica un ulteriore controllo in ospedale

Luigi Vittorino Morneghini, l'uomo di 63 anni che sarebbe stato brutalmente pestato  lo scorso maggio a Milano da due poliziotti fuori servizio, è stato ricoverato in ospedale per il peggioramento delle condizioni del suo viso. 

Lo rende noto il suo legale, che lo rappresenta come parte civile, l'avvocato Fabio Anselmo - lo stesso che segue i casi Cucchi, Aldrovandi, Uva e Ferrulli - il quale ha chiarito che l'anziano "si è recato domenica all'ospedale San Carlo per alcune complicazioni legate alle fratture che ha subito al volto".

Morneghini, stando all'ordinanza di custodia cautelare a carico dei due agenti firmata dal gip Alessandra Clemente su richiesta del pm Tiziana Siciliano, ha subito un "fracasso di faccia" a causa dell'agressione avvenuta nella notte tra il 20 e il 21 maggio a Milano, in zona Darsena-Navigli. "Morneghini è molto preoccupato - ha aggiunto il legale - a causa di alcune perdite di liquido dovute alle lesioni riportate e non vuole che vengano sottovalutate le sue condizioni".

I due giovani agenti dell'Ufficio volanti, entrambi di 24 anni, sono finiti in carcere venerdì scorso con l'arresto eseguito dai loro stessi colleghi e con l'immediata sospensione dal servizio decretata dal Questore di Milano, Alessandro Marangoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestato dai poliziotti, torna in ospedale: "Complicazioni al viso"

MilanoToday è in caricamento