rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Praticavano aborti clandestini a Chianatown, a giudizio tre cinesi

Citazione diretta a giudizio per tre cittadini cinesi, accusati di praticare aborti illegali in un appartamento a Chinatown: due si occupavano degli interventi, mentre un terzo praticava le ecografie. Le accuse sono esercizio abusivo della professione medica e violazione della normativa sull'aborto

Il procuratore aggiunto di Milano Marco Ghezzi ha disposto la citazione diretta a giudizio per tre cinesi, che praticavano aborti in un appartamento di Via Fioravanti, la Chinatown cittadina.

A processo andranno moglie e marito, esecutori materiali degli interventi ed un terzo connazionale, che si occupava di fare le ecografie pre-intervento. Il gruppo chiedeva 270 euro ad aborto.

L’appartamento-sala chirurgica, è stato scoperto a seguito di alcune indagini condotte dalla polizia locale. Per ora i casi di aborti accertati sono tre, ma gli investigatori sono ancora alla ricerca di altre donne.

I tre sono accusati di esercizio abusivo della professione medica e violazione della normativa sull'aborto.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Praticavano aborti clandestini a Chianatown, a giudizio tre cinesi

MilanoToday è in caricamento