rotate-mobile
Cronaca Sesto San Giovanni / Viale Fratelli Casiraghi

Va a prelevare con cappello e mascherina: le carte erano rubate, donna arrestate

In manette una 26enne, denunciati i due uomini che erano con lui

Troppo "coperta" per non avere qualcosa da nascondere. Una donna di 26 anni, un'italiana con precedenti, è stata arrestata lunedì pomeriggio a Sesto San Giovanni con l'accusa di indebito utilizzo di strumenti di pagamento dopo essere stata sorpresa a prelevare con delle carte non sue. 

A incastrarla è stato un maresciallo della sezione operativa della compagnia di Sesto San Giovanni, che verso le 19 - libero dal servizio - ha visto la 26enne entrare nella filiale della banca Intesa di viale Casiraghi con un cappellino in testa e una mascherina chirurgica sul volto. Insospettito, il carabiniere ha continuato a tenere d'occhio la ragazza e ha notato che effettuava dei prelievi con diversi bancomat per poi salire su un'auto con a bordo due uomini. 

Il militare, dopo aver allertato i colleghi, ha preso la sua motocicletta e ha seguito la macchina, che è stata fermata poco distante. La giovane è stata trovata in possesso di 2.500 euro contanti e alcune carte intestate a un 82enne di Sesto, al quale verosimilmente erano state rubate poche ore prima in un bar di via Padova. I due complici della donna - un 34enne e un 33enne - sono stati indagati a piede libero con la stessa accusa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va a prelevare con cappello e mascherina: le carte erano rubate, donna arrestate

MilanoToday è in caricamento