rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Gallera (Pdl) polemico sulla buvette: "Qualunquisti, allora chiudiamo il bar"

In apertura di seduta, Giulio Gallera si scaglia contro chi avrebbe dipinto i "privilegi" dei consiglieri paragonabili a quelli dei parlamentari. Secca replica di Rizzo

Toni bollenti in apertura di seduta del consiglio comunale di oggi. Ha preso la parola Giulio Gallera (Pdl) per illustrare un ordine del giorno con il quale polemicamente si chiede la chiusura totale del servizio bar e ristorante di Palazzo Marino.

Il riferimento è al provvedimento con cui i prezzi del servizio sono stati adeguati al costo effettivo.

"Stamattina - ha introdotto Gallera - ho letto sui giornali che godiamo di agi e sollazzi. Noi consiglieri ci rimettiamo dei soldi, abbiamo un lavoro intenso con le commissioni, paghiamo i pranzi di tasca nostra (a mezzogiorno, n.d.r.), otteniamo gettoni particolarmente miseri".

"Qualcuno, per farsi pubblicità, ha paragonato noi al Parlamento, e questo è vergognoso e umiliante per il lavoro che facciamo", ha poi detto. L'ordine del giorno prevede quindi la soppressione del servizio bar e ristorante: "Se il gioco è gettare fango, togliamoci anche il caffè e vivremo lo stesso".

Il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo (Prc) ha però replicato che se l'odg verrà messo in votazione, avrebbe votato contro: "La soluzione trovata - ha spiegato - è un segnale ai cittadini che non pesiamo su di loro nemmeno per un centesimo della cena e di tutto il resto. Abbiamo semplicemente decisio di pagare il costo reale, non di punire i consiglieri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallera (Pdl) polemico sulla buvette: "Qualunquisti, allora chiudiamo il bar"

MilanoToday è in caricamento