rotate-mobile
Cronaca Peschiera Borromeo

Travolse il 15enne Andrea De Nardo a Peschiera, condannato a tre anni e otto mesi

La sentenza d'Appello conferma quella di primo grado. La madre del ragazzo: "Ora il reato di omicidio stradale"

La corte d'appello ha confermato la condanna a tre anni e otto mesi per l'investitore del 15enne Andrea De Nardo. L'incidente mortale avvenne a Peschiera Borromeo il 29 gennaio 2011, quando Andrea venne travolto sulle strisce pedonali mentre le attraversava col gemello Cristian. Sulle strisce e con l'aggravante del semaforo rosso per l'auto, un sorpasso azzardato, la velocità sostenuta. Soddisfatta la madre di Andrea, Elisabetta Cipollone: "Quasi ci sorprendiamo che chi uccida venga condannato. Speriamo allora che questa sentenza rappresenti una inversione di tendenza e che finalmente il reato di omicidio stradale possa avere finalmente il giusto spazio nel codice penale", ha commentato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolse il 15enne Andrea De Nardo a Peschiera, condannato a tre anni e otto mesi

MilanoToday è in caricamento