Scuolabus dirottato e incendiato, chiesta la perizia psichiatrica per Sy

L’autista, 47 anni, è accusato di avere sequestrato, dirottato e incendiato un bus con oltre 50 ragazzini, due insegnanti e una bidella, lo scorso 20 marzo a San Donato Milanese

L'attentatore (foto Ansa)

Disposta dalla Corte d'Assise di Milano la perizia psichiatrica per accertare la piena capacità di intendere e di volere di Ousseynou Sy, l'autista di origine senegalese di 47 anni che lo scorso 20 marzo a San Donato Milanese dirottò e diede fuoco a un autobus che portava in piscina una scolaresca di Crema, con oltre 50 ragazzini, oltre a due insegnanti e una bidella.

I magistrati hanno accolto l'istanza della difesa e il prossimo 10 febbraio conferiranno l'incarico ad alcuni periti. In passato l'attentatore aveva dichiarato di aver voluto "fare un gesto dimostrativo, ma senza far del male a nessuno", dopo anni di razzismo subito, "per vendicare i morti in mare".

"A nostro avviso dalla storia di Sy non emerge nessuna patologia di tipo psichiatrico - ha dichiarato l'avvocato Antonino Andronico, legale di parte civile in rappresentanza dei bambini che erano sul bus - oggi ha dimostrato di essere lucido".

Il dirottamento

Secondo il procuratore Francesco Greco, Sy voleva fare una strage. E per questo ha fatto legare gli studenti, 51 ragazzi di seconda, da due insegnanti. Voleva uccidere tutti i ragazzini della scuola media Vailati di Crema che aveva sequestrato poco prima con il suo autobus. Le vittime avrebbero potuto essere tante, ma la sua corsa era terminata sulla Paullese a San Donato Milanese dove, dopo aver speronato una gazzella dei carabinieri che cercava di fermarlo, ha dato fuoco al mezzo. Fortunatamente tutti i ragazzini erano riusciti a scappare prima che le fiamme avvolgessero il veicolo. "Voglio farla finita, vanno fermate le morti nel Mediterraneo", avrebbe detto mentre compiva il suo folle gesto minacciando di uccidersi. A fermarlo erano stati i carabinieri di San  Donato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video: L'autobus in fiamme

A dare l'allarme al 112 era stato Adam, uno dei ragazzini della scuola media Vailati di Crema che mentre il suo pullman  veniva dirottato era riuscito a chiamare i soccorsi. "Signore, ci stanno rapendo in un pullman. Ci minacciano con il coltello - diceva il bimbo all'operatore, che cercava di tranquillizzarlo -. Il prof è davanti, siamo tutti in ostaggio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento