rotate-mobile
Cronaca

Derivati, "i manager agivano su ordine delle banche"

Depositate le motivazioni della sentenza con cui a dicembre quattro banche sono state condannate per truffa ai danni del comune di Milano per la vicenda derivati

Sono state rese pubbliche le motivazioni della sentenza con cui a dicembre quattro banche (Jp Morgan, Deutsche Bank, Depfa Bank e Ubs) sono state condannate dal tribunale di Milano per la vicenda dei derivati stipulati dal comune negli anni passati. Condannati anche nove tra manager ed ex manager delle banche. Secondo quanto scrive il giudice Oscar Magi, della quarta sezione penale, i manager finiti sotto processo hanno agito "in evidente esecuzione delle direttive ricevute". Non di testa loro, quindi, ma secondo ordini delle banche per cui lavorano.

Risultato, formazione di profitti ma anche, secondo la sentenza, una truffa ai danni del comune. Magi scrive che gli imputati si sono sentiti "in qualche modo 'costretti' ad agire nell'interesse patrimoniale dell'ente al fine di contribuire in modo rilevante alla formazione dei profitti conseguenti alle operazioni prospettate e poi concluse".

Avverte ancora il giudice: "Questo processo non è stato al sistema bancario o agli strumenti derivati, ma solo al cattivo uso degli stessi in una circostanza storicamente determinata". E ancora, le quattro banche "avrebbero dovuto rendersi conto che Palazzo Marino non era un operatore qualificato". In sostanza, si sono approfittate di un soggetto non del tutto in grado di quantificare i pro e i contro di un'operazione complessa e a lungo termine.

Il giudice non è affatto tenero con il comune: "non può dubitarsi che non si sia comportato in nessun momento della operazione come un 'market counterparty', cioè operatore qualificato. Affidare la creazione e lag estione del contratto di swap alle stesse banche che gestivano come arrangers il collocamento del bond è stata una ingenuità formidabile".

Le banche si sono sempre difese affermando di non avere truffato il comune.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derivati, "i manager agivano su ordine delle banche"

MilanoToday è in caricamento