Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Archiviazione per Sgarbi e Cruciani nel processo per "aver" diffamato la Polanco

Lo ha deciso il gip Carlo Ottone De Marchi che ha rigettato la richiesta della modella di origini dominicane

Erano accusati di aver diffamato Marysthell Polanco durante la trasmissione radiofonica 'La zanzara' nel 2019, l'inchiesta su Vittorio Sgarbi e il giornalista Giuseppe Cruciani si è chiusa con un'archiviazione. Polanco è una delle ospiti di Silvio Berlusconi ad Arcore e tra le imputate a Milano nel dibattimento Ruby ter.

Lo ha deciso il gip Carlo Ottone De Marchi che ha rigettato la richiesta della modella di origini dominicane, assistita dall'avvocato Paolo Cassamagnaghi, di andare avanti con gli accertamenti ritenendo che le espressioni a sfondo sessuale usate nei suoi confronti erano trasmodate in "un'incontrollata aggressione verbale" e "in termini gravemente infamanti e inutilmente umilianti".

Il giudice invece, nel decidere di archiviare, ha dato ragione al pm Alessia Menegazzo che ha ritenuto che "nel caso di specie, risulta rispettato i limite della continenza, in quanto le espressioni in contestazione utilizzate dagli indagati non rappresentano un'offesa diretta alla persona bensì rientrano nella valutazione della condotta della querelante, la quale" risponde di corruzione in atti giudiziari "nel processo a carico delle cosiddette Olgettine" ed è tra le protagoniste delle 'cene eleganti' nella villa dell'ex premier.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Archiviazione per Sgarbi e Cruciani nel processo per "aver" diffamato la Polanco

MilanoToday è in caricamento