"Corona soffre di depressione": rinviata l'udienza per i domiciliari

La difesa ha chiesto più tempo per studiare la perizia psichiatrica

Corona

Giovedì mattina è stata rinviata l'udienza davanti al giudice del Tribunale del riesame di Milano sulla richiesta di detenzione domiciliare presentata dalla difesa di Fabrizio Corona.

L'avvocato Ivano Chiesa, difensore di Corona, ha chiesto più tempo per approfondire e studiare la perizia psichiatrica disposta dai giudici sul suo assistito. Era stato lo stesso Chiesa, a gennaio, a presentare istanza per far concedere a Corona gli arresti domiciliari o, in alternativa, il recupero presso la comunità Exodus di don Mazzi.

Corona sta scontando una pena di 13 anni e 2 mesi, per diversi reati accumulati. Secondo la difesa l'ex paparazzo soffrirebbe di depressione, psicosi, ansia e attacchi di panico, sarebbero incompatibili con il carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento