Cronaca Bicocca / Via Goffredo da Bussero

Chiesto un anno per la maestra di Leonardo, il bimbo morto dopo essere caduto a scuola

La maestra ha scelto il rito abbreviato. È imputata assieme ad un'altra docente a una bidella

Prosegue il processo per il caso del piccolo Leonardo, morto dopo essere precipitato nella scuola Pirelli, in zona Bicocca a Milano. L'incidente è avvenuto il 18 ottobre 2019 e il bimbo è deceduto qualche giorno dopo in ospedale. Per una delle maestre imputate nel procedimento il pm ha chiesto un anno con sospensione condizionale della pena.

Martedì in aula dal pm di Milano Maria Letizia Mocciaro, si è espressa così per la 43enne docente di italiano che risponde di omicidio colposo nel processo in abbreviato sulla morte di Leonardo, cinque anni e mezzo. 

Nel calcolare la pena per la donna, il pm ha tenuto conto della "incensuratezza" dell'imputata, del suo "comportamento processuale" e del risarcimento che è stato versato dall'assicurazione della scuola ai familiari del bambino e che non si sono costituti parte civile. In aula il pm ha anche chiesto il rinvio a giudizio per l'altra insegnante che ha scelto il rito ordinario e che è difesa dall'avvocato Michele Sarno.

La bidella ha avanzato nuovamente una proposta di patteggiamento, in accordo con la Procura, a 2 anni di carcere, dopo che nei mesi scorsi si era vista respingere una prima proposta di patteggiamento in fase di indagine a 1 anno e 10 mesi di reclusione. Su tutte le richieste il gup Elisabetta Meyer deciderà il prossimo 10 maggio. 

Una delle bidelle accusate di omicidio colposo per la morte del piccolo Leonardo voleva patteggiare un anno e 10 mesi con pena sospesa ma il gip Alessandra Di Fazio ha respinto la sua richiesta.

Le indagate avrebbero "cagionato la morte del bambino per colpa consistita in negligenza, imprudenza, imperizia e inosservanza delle norme", si leggeva nell'avviso di conclusione delle indagini preliminari firmato dal pm Maria Letizia Mocciaro.

La morte di Leonardo

Il piccolo, uscito dalla classe da solo per andare in bagno, sarebbe si sarebbe arrampicato su una sedia girevole con le rotelle. E proprio mentre sarebbe stato sulla sedia (che non doveva trovarsi lì) avrebbe perso l'equilibrio finendo oltre il parapetto. Un volo terribile: dal secondo piano era finito al -1.

Immediatamente soccorso dai sanitari del 118, il bimbo era arrivato al Niguarda privo di coscienza e con gravi traumi alla testa, al bacino, al femore e probabili lesioni al rene e alla milza. Era stato subito operato per diminuire la pressione intracranica ed era stato trasferito nel reparto di neurorianimazione dove però è morto nella giornata di martedì 22 ottobre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesto un anno per la maestra di Leonardo, il bimbo morto dopo essere caduto a scuola

MilanoToday è in caricamento