rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca Stazione Centrale

Stazione Centrale: diminuzione dei profughi in arrivo

Il Viminale ha ordinato la fotosegnalazione dei migranti

Il Viminale ha ordinato la fotosegnalazione dei profughi per la loro identificazione: un modo, anche, per aumentare i controlli anti-terrorismo.

Già in pochi giorni il flusso di migranti è diminuito molto a Milano. Tra sabato e domenica, riporta La Repubblica, i profughi arrivati in stazione Centrale sono stati circa seicento contro i mille e a volte 1.400 nei giorni di agosto.

I profughi, quando sbarcano sulle coste siciliane e calabresi, vengono fotosegnalati in modo che tutti i centri di accoglienza siano informati su chi arriverà e su chi non potrà passare il confine per poi raggiungere - come spesso desiderano - altre nazioni europee. Sarebbero circa 40 mila i profughi che - transitando per Milano - nel 2013 si sono poi recati nel Nord Europa: un numero che, aggiunto ai migranti non transitati a Milano, ha suscitato non poche polemiche tra Paesi.

«Pur senza una comunicazione ufficiale, le notizie delle fotosegnalazioni dei profughi continuano ad arrivare e anche quelle dei respingimenti alla frontiera - spiega l'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino -. Noi siamo passati dall’ospitare 1.200 persone a notte alle attuali 900. L’emergenza non è finita, ma sicuramente qualcosa sta cambiando».

Intanto i profughi ormai raggiungono Milano anche in aereo, atterrando a Malpensa: vengono poi inviati al centro di accoglienza di Bresso per essere divisi in gruppi e distribuiti in altri comuni lombardi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione Centrale: diminuzione dei profughi in arrivo

MilanoToday è in caricamento