Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Progettava attentato in metropolitana: espulso

Il marocchino era stato condannato nel 2007 per associazione a fini terroristici ma era stato scarcerato in anticipo il 18 novembre. Il Viminale questa mattina lo ha imbarcato su volo per Casablanca

Un cittadino marocchino, considerato elemento di spicco di una cellula terroristica attiva in Lombardia, è stato espulso dall'Italia e riaccompagnato in Marocco per motivi di ordine pubblico e sicurezza dello Stato. Avrebbe costituito una cellula terroristica con l'intento di commettere azioni violente in Italia. Tra queste anche un attentato alla metropolitana di Milano.

Ne da notizia il Viminale. Il terrorista è stato imbarcato questa mattina su un volo decollato dall'aeroporto di Roma Fiumicino e diretto a Casablanca. Lo straniero, già condannato il 29 giugno 2007 dalla Corte di Assise di Appello di Brescia a 5 anni e 6 mesi di reclusione per associazione con finalità di terrorismo internazionale, con sentenza divenuta definitiva il 18 luglio 2008, era stato scarcerato in anticipo lo scorso 18 novembre.

L'immediata espulsione dello straniero subito dopo la sua scarcerazione, conclude il ministero, "é l'effetto diretto dei consolidati rapporti di cooperazione tra la Direzione Centrale dell'Immigrazione e della Polizia delle Frontiere e le Autorità Diplomatiche del Marocco in Italia".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progettava attentato in metropolitana: espulso

MilanoToday è in caricamento