Cronaca Porta Venezia / Viale Abruzzi

Costringeva alla prostituzione la sua compagna da dieci anni

Prima gli assistenti sociali e poi i carabinieri fanno luce su una terribile storia di violenza in famiglia e costrizione alla prostituzione: arrestato il compagno aguzzino

Costringeva la compagna a prostituirsi

Per dieci anni una donna è stata costretta a prostituirsi dal suo compagno, nonché padre dei suoi due figli che oggi hanno tre e cinque anni. La vittima di questa storia davvero triste è una milanese 30enne, l'aguzzino è un 35enne albanese d'origine, pregiudicato e regolare in Italia. Che non "gestiva" soltanto la sua compagna ma, secondo il sospetto degli inquirenti, anche altre donne.

L'uomo è stato arrestato venerdì sera dai carabinieri, a Niguarda, dove viveva. Le assistenti sociali avevano segnalato di recente la situazione familiare, contraddistinta da un "forte degrado" subito ovviamente, in primo luogo, dai figli. La vicenda viene riferita dal "Giorno". E' stata proprio la relazione dei servizi sociali a dare coraggio alla donna, mentre il compagno preparava i documenti per scappare all'estero. La 30enne ha deciso di raccontare dieci anni d'inferno, costellati di botte, angherie e numerosi ricoveri al pronto soccorso per medicare le ferite e le fratture.

Ora, dopo avere trascorso dieci anni tra l'inferno delle mura domestiche e i marciapiedi di viale Abruzzi e viale Brianza, per la donna si apre lo spiraglio di una nuova vita, più serena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costringeva alla prostituzione la sua compagna da dieci anni

MilanoToday è in caricamento