Cronaca Strada Provinciale 34

Sbarcata a Lampedusa e costretta a prostituirsi: minorenne salvata

La ragazza aspettava i clienti a Vittuone, sulla provinciale 34. Alcuni automobilisti, che si sono resi conto della giovanissima età, hanno avvertito i carabinieri

Prostituta minorenne salvata (foto repertorio)

Appena 17enne, forse nemmeno compiuti, era costretta a prostituirsi in provincia di Milano. La buona notizia è che è stata salvata, nella serata di venerdì 28 ottobre, e tolta alla strada e allo sfruttamento. Si tratta di una giovane nigeriana, che alcuni automobilisti hanno notato lungo la provinciale 34 a Vittuone, uno dei luoghi "tipici" della prostituzione nella provincia.

Gli automobilisti, resisi conto che la ragazza era davvero giovanissima, hanno avvertito il numero di emergenza 112 e i carabinieri di Sedriano si sono portati sul posto. L'hanno raggiunta e hanno parlato con lei per verificare la situazione. La ragazza ha dichiarato di avere 21 anni e non aveva documenti con sé. I militari l'hanno portata al Policlinico di Milano per eseguire le analisi del caso, da cui si è capito che poteva avere 16 anni o, al massimo, 17.

I carabinieri hanno quindi rassicurato la ragazza, che ad un certo punto si è aperta e ha raccontato la sua triste storia: era sbarcata a Lampedusa nell'estate del 2016 e aveva raggiunto la Lombardia, dove alcuni connazionali le hanno promesso un lavoro regolare per poi, invece, costringerla a prostituirsi. La ragazza è stata messa al sicuro in una comunità protetta, mentre le indagini proseguono per identificare i responsabili dello sfruttamento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarcata a Lampedusa e costretta a prostituirsi: minorenne salvata

MilanoToday è in caricamento