rotate-mobile
Cronaca

Ricattava clienti: condannata prostituta che aveva scritto un libro

E' successo nel Bergamasco: aveva chiesto 500 euro a uno e 19 mila euro all'altro

Una sessantenne bergamasca di Mapello, Maria Teresa Scandella, nota con il nome di 'Lalla', di professione prostituta e autrice del libro 'Confessioni di una prostituta di provincia', è stata condannata dal tribunale di Bergamo a cinque anni e mezzo di cella per estorsione. La condanna è stata comminata l'8 gennaio.

Due le sue presunte vittime, entrambi quarantenni bergamaschi, i quali hanno raccontato di essere stati ricattati dalla donna. Il primo ha riferito che Lalla aveva preteso da lui 500 euro dopo un rapporto sessuale che la donna aveva di nascosto filmato, minacciandolo di divulgare il video. Il secondo è stato invece costretto a sborsare ben 19 mila euro per pagarle varie spese. Secondo la difesa si trattava invece di regali e donazioni da parte di amici. Ma il giudice non ha creduto a quest'ultima versione e ha condannato 'Lalla'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricattava clienti: condannata prostituta che aveva scritto un libro

MilanoToday è in caricamento