menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz degli animalisti da Moncler in via Stendhal a Milano

Un simbolico blitz contro la commercializzazione di capi d'abbigliamento che utilizzano piume d'oca è stato messo a segno, la notte tra domenica e lunedì, da un gruppo animalista

Un simbolico blitz contro la commercializzazione di capi d'abbigliamento che utilizzano piume d'oca è stato messo a segno, la notte tra domenica e lunedì, da un gruppo animalista a Milano. Lo ha comunicato "100% animalisti".

Ad essere presa di mira, con l'esposizione di manifesti con foto di capi "insanguinati", è stata la multinazionale Moncler, griffe nota per la produzione e commercializzazione di capi di abbigliamento imbottiti, che ha sede in via Stendhal.

"Come si ottiene il piumino? - si legge in una nota degli animalisti - Alle oche giovani vive e sveglie, vengono strappate con le mani le piume del petto. Un'operazione che provoca dolore indicibile, e lascia gli animali privi di protezione finché la piume non ricrescono. Le stesse oche poi, adulte, verranno uccise a scopo alimentare, e le loro piume saranno usate con la dicitura piume d'oca, meno pregiata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento