rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Fiera / Piazza Giovanni Amendola, 9

Gli studenti bloccano il traffico di Milano per il clima: scontri con le forze dell'ordine

Traffico stradale in tilt. Arriva la polizia: attimi di tensione attorno al Mico. Draghi contestato durante il suo intervento

Tensioni davanti al Mico (Milano congressi), in zona Fiera a Milano, a causa dei blocchi stradali organizzati da diversi giovani attivisti che protestano per il clima nell'inaugurazione della PreCop sul cambiamento climatico. I giovani, riuniti con la 'firma' della Climate Justice Platform, hanno bloccato tre incroci in zona Fiera, sedendosi e sdraiandosi a terra e bloccando inevitabilmente anche il traffico.

I video degli scontri fuori dal Mico

Intorno alle 8:00 alcuni attivisti che avevano organizzato un blocco sull'asse viale Berengario/Eginardo sono stati manganellati dalle forze dell'ordine. Secondo quanto ricostruito dalla questura i tafferugli sono scattati quando i ragazzi si sono mossi verso il Mico. Le forze dell'ordine hanno "impedito l'accesso alla struttura e isolato i manifestanti (…) provvedendo, con l'ausilio della polizia locale, a deviare la circolazione per creare il minor disagio possibile". Le proteste sono proseguite per tutta la mattina. Intorno alle 9:30 un gruppo ha bloccato il traffico in Largo Domodossola angolo Duilio. Intorno alle 11:00 i tre ragazzi che persistevano nel blocco sono stati accompagnati in questura dagli agenti per essere identificati. 

Cos'è la PreCop di Milano

Protesta ad Amendola per il clima (Foto G. Mannu)

Draghi: "Stiamo lavorando per un futuro migliore"

"L'Italia sta facendo tutto il possibile per garantire che i vari Paesi si stiano muovendo nella giusta direzione e rapidamente. Nell'ambito dell'Unione europea abbiamo contribuito ad istituire il programma 'Next Generation Eu' per assicurare una ripresa equa e sostenibile". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel suo intervento alla Pre Cop-26 di Milano. La transizione ecologica, ha spiegato, "è uno dei tre pilastri di tale programma, assieme alla digitalizzazione e l'inclusione sociale. L'Italia ha stanziato il 40% delle risorse nel nostro Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per la transizione ecologica. Il nostro obiettivo è quello di aumentare la quota dei rinnovabili nel nostro mix energetico, rendere più sostenibile la mobilità, migliorare l'efficienza energetica dei nostri edifici e proteggere la biodiversità".

Durante il suo intervento il premier è stato contestato: sette ragazzi si sono alzati mostrando slogan per sollecitare il governo sulle azioni di contenimento dei cambiamenti climatici. Si tratta di giovani che erano regolarmente accreditati e con il pass al collo.

Nella giornata di giovedì 30 settembre, inoltre, il primo ministro italiano ha incontrato Greta Thunberg, Vanessa Nakate e Martina Comparelli. L'incontro con le attiviste "è andato benissimo", secondo quanto affermato dal premier.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti bloccano il traffico di Milano per il clima: scontri con le forze dell'ordine

MilanoToday è in caricamento