Milano, tensioni alla 'moschea' di viale Jenner: imam 'sgradito' occupa il tempio con i fedeli

Sul posto la Digos insieme ai carabinieri del Nucleo informativo. Non ci sono persone ferite

Attimi di tensione venerdì sera nella storica moschea di viale Jenner, a Milano, per contrasti nati all'interno della comunità musulmana.

Attorno alle 18.30 un gruppo di circa 20-30 musulmani, capeggiati da un imam egiziano 47enne - licenziato proprio venerdì dai vertici dell'Istituto culturale islamico - dopo aver forzato la porta di accesso, si sono introdotti nell'istituto per pregare. Una sorta di temporanea occupazione, secondo quanto riferito dai carabinieri, un'azione dimostrativa senza feriti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa sarebbe, quindi, stata motivata dal licenziamento della guida spirituale, che ha suscitato la protesta dei suoi sostenitori. Sul posto la Digos che sta procedendo a identificazioni e accertamenti insieme ai carabinieri del Nucleo informativo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento