Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Piazza della Scala

Protesta la Scala, petardi, lacrimogeni e manganelli: contusi due agenti

Si è conclusa la protesta davanti alla Scala, petardi, lacrimogeni e manganelli:contusi due agenti

E' ormai terminata la protesta iniziata davanti La Scala prima delle ore 17,00 dove andava in scena "La Valchiria", qui sindacati, immigrati e studenti si erano riuniti per manifestare contro i tagli previsti dalla Finanziaria.

Circa un centinaio tra i giovani dei collettivi universitari e studenteschi sono stati caricati dalla polizia e spinti in fondo alla piazza, per cercare anche di allontanarli dall'ingresso del teatro, transennato dal lato di Palazzo Marino sede del Comune.

Le forze dell'ordine erano in assetto anti-sommossa mentre i giovani indossavano per protesta un cappellino di babbo natale, ma sono stati lanciati anche petardi e lacrimogeni e due sono gli agenti contusi, mentre un ragazzo è stato visto allontanarsi dalla piazza con del ghiaccio sulla testa, ma pare che non ci siano feriti gravi.

"Quando ho visto che iniziava ad esserci tensione mi sono messo in mezzo e mi son beccato tre manganellate senza nessun motivo". E' quanto racconta uno dei ragazzi protagonisti degli attimi di tensione che si sono registrati fuori dal Teatro alla Scala di Milano tra i manifestanti e le forze dell'ordine. "La carica è avvenuta all'improvviso - prosegue A., uno studente dell'Accademia di Brera - e molti ragazzi si sono presi delle botte". "E' successo tutto - spiega G., della Statale di Milano - quando è arrivato nella piazza un altro gruppo di ragazzi: non ci hanno nemmeno fatti avvicinare alle transenne ma ci hanno subito spinti indietro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta la Scala, petardi, lacrimogeni e manganelli: contusi due agenti

MilanoToday è in caricamento