rotate-mobile
Cronaca

Racket elemosina, Palazzo Marino risponde a De Corato con i fatti

La nota del Comune

"La nostra Giunta è stata la prima ad aver dato il via, negli scorsi mesi, a delle indagini che hanno portato all’arresto di dieci persone appartenenti al racket dell’accattonaggio, con pene variabili tra gli 8 e 10 anni. È, inoltre, inutile colpire chi si trova ai semafori, è invece importante colpire gli sfruttatori. Per questo abbiamo avviato altre indagini insieme alla Procura della Repubblica, tutt’ora in corso, per fronteggiare ancora più efficacemente questo fenomeno. Ricordiamo che la precedente Amministrazione si affidava solo alle sanzioni che sono uno strumento incapace di ottenere reali risultati contro il racket". 

E' quanto scrive il comune in una nota, rispondendo alle accuse del consigliere Riccardo De Corato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Racket elemosina, Palazzo Marino risponde a De Corato con i fatti

MilanoToday è in caricamento