Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Morte di Sara e Hanan nei campi di mais, si costituisce l'amico 21enne ricercato

Insieme ad altre 4 persone, si trovava con le vittime al momento dell'incidente

Si è costituito e si trova a San Vittore il 21enne presente al momento dell'investimento da parte della macchina spargi-diserbanti che ha causato la morte di Hanan Nekhla e Sara El Jaafari nelle campagne a sud di Milano. Il giovane era ricercato dai carabinieri insieme alle altre tre persone, oltre al 35enne già fermato nei giorni scorsi, che sarebbero state insieme alle vittime al momento dell'incidente.

Il 21enne, di nazionalità marocchina come le due ragazze morte e il 35enne, si è costituito perché pendeva a suo carico un ordine di custodia cautelare per fatti precedenti. Nei prossimi giorni verrà interrogato in carcere dal pm Sara Aragno.

In base a quanto rivelato dal 35enne, indagato per omissione di soccorso, durante il lungo interrogatorio presso la Procura di Lodi, quando Hanan e Sara sono state investite erano presenti altre cinque persone: oltre a lui stesso e al 21enne che si è costituito, una donna romena e altri due uomini marocchini.

Le due vittime, il 21enne e il 35enne avrebbero trascorso la serata in casa, per poi uscire, incontrare le altre tre persone e in loro compagnia continuare a bere e consumare cocaina nel campo di mais dove le due giovani donne hanno poi trovato la morte. Lo stesso 35enne, colpito lievemente dal mezzo agricolo, è rimasto ferito al collo del piede sinistro, riuscendo però a scappare e allontanarsi dal campo, senza più farvi ritorno né accertarsi delle condizioni degli altri. Sono ancora in corso le indagini volte a identificare e rintracciare le altre tre persone presenti al momento dei fatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Sara e Hanan nei campi di mais, si costituisce l'amico 21enne ricercato

MilanoToday è in caricamento