Cronaca

Choc a Varese: studentesse boicottano minuto di silenzio per attentati a Parigi

Sei ragazze musulmane sono uscite dall'aula: «Perché commemorare questo attentato e non tutti gli altri?», avrebbero detto. Sul fatto indaga la Digos

Commemorazione milanese degli attentati di Parigi (foto Franvanni)

Choc a Varese, in una scuola della città: sei studentesse musulmane del primo anno dell'istituto tecnico Daverio sono uscite dalla loro aula durante un minuto di silenzio e raccoglimento osservato lunedì 16 novembre (come in tutte le scuole italiane) per commemorare le vittime degli attentati di Parigi del 13 novembre. «Non abbiamo capito come mai si deve esprimere solidarietà solo alle vittime di Parigi e non a quelle che muoiono in tutti gli attentati in altre parti del mondo», sarebbe stata la giustificazione delle ragazze secondo la preside Nicoletta Pizzato.

L'episodio non è stato sottovalutato: secondo quanto riferisce la Prealpina, è stato discusso martedì 17 novembre in prefettura a Varese, durante la riunione del comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza. Sul fatto indaga anche la Digos. Il timore è che la giustificazione addotta nasconda in realtà motivazioni più radicali, ma ovviamente non è possibile avanzare supposizioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Choc a Varese: studentesse boicottano minuto di silenzio per attentati a Parigi

MilanoToday è in caricamento