Cronaca Barona / Viale Famagosta

Milano, due ventenni accoltellati dopo la discoteca: trovati feriti in metropolitana

I due, un ventunenne peruviano e un diciannovenne ecuadoriano, sono stati trovati dalla polizia sulla banchina di Famagosta. Loro stessi hanno raccontato di essere stati aggrediti

I due sarebbero stati accoltellati in strada - Foto repertorio

I poliziotti li hanno trovati all’alba, feriti, sulla banchina della fermata di Famagosta. Li hanno soccorsi, hanno ascoltato la loro versione dei fatti e poi li hanno fatti accompagnare in ospedale dai soccorritori del 118 intervenuti. 

Nella notte tra sabato e domenica, due giovani sudamericani - un ventunenne peruviano e un diciannovenne ecuadoriano - sono stati accoltellati all’uscita da una discoteca di via dell’Innominato. I due, secondo quanto raccontato dalle stesse vittime alla polizia, sarebbero stati accerchiati da un gruppo di ragazzi, aggrediti e colpiti con diversi fendenti. 

I ventenni, feriti non in maniera grave, sarebbero quindi riusciti a mettersi in salvo e ad arrivare alla vicina metro di Famagosta, dove sono stati trovati dalla polizia. 

Non è noto, al momento, cosa possa aver causato l’aggressione, né la nazionalità di coloro che hanno sferrato le coltellate prima di far perdere le proprie tracce.

Quel che è certo, però, è che soltanto due giorni fa un ragazzo albanese di diciotto anni è morto in un letto dell’ospedale di Rozzano a causa di quattro coltellate al cuore ricevute la sera del 3 luglio scorso mentre era sul tram 15 in via Teulliè. 

Albert, questo il nome della vittima, si era trovato in una rissa tra alcuni ragazzi che erano con lui e una banda di latinos - i due ragazzi arrestati fanno parte di Ms13 - e per cercare di aiutare un suo amico si era beccato i quattro fendenti, che lo hanno ucciso dopo quasi due settimane di coma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, due ventenni accoltellati dopo la discoteca: trovati feriti in metropolitana

MilanoToday è in caricamento