rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Zibido San Giacomo

Mistero a Zibido, ragazzo di 18 anni trovato morto nel laghetto

Il giovane era scomparso di casa l'11 giugno. Il cadavere trovato venerdì

L'ultima sua traccia risaliva a sabato 11 giugno, quando era uscito di casa senza fare mai più ritorno. Poi di lui erano rimasti i documenti e due telefoni, nient'altro. Almeno fino ad oggi, quando l'acqua ha restituito il suo corpo. Un ragazzo di 18 anni, un giovane nato in Senegal e residente a Gaggiano, è stato trovato morto venerdì mattina all'interno del lago in località San Novo di Zibigo San Giacomo, nel Milanese. 

Il cadavere è stato ripescato dai sommozzatori dei vigili del fuoco, che da giorni cercavano di risolvere il caso della scomparsa del 18enne. Le ricerche erano infatti iniziate il 13 giugno, quando il papà del giovane si era recato in caserma a Binasco denunciando che suo figlio era sparito da ormai due giorni. Poche ore prima, stando a quanto finora appreso, i militari avevano già ritrovato sulle rive dello specchio d'acqua il monopattino del ragazzo, la sua carta d'identità e i due cellulari che aveva con sé. 

Da lì sono partite le ricerche all'interno del lago con il nucleo specializzato dei vigili del fuoco. Venerdì mattina, la tragica conferma. Secondo quanto è stato possibile finora verificare, i militari sono assolutamente certi che il 18enne sia arrivato da solo a riva perché il laghetto si trova all'interno di un club privato che è videosorvegliato e le telecamere all'ingresso lo hanno ripreso entrare furtivamente nell'area. Gli stessi occhi elettronici, però, non lo mostrano mai uscire. 

Ad ora non è stato possibile stabilire se si sia trattato di un tragico incidente o di un gesto volontario ed è difficile pensare che il mistero venga risolto. La famiglia ha garantito ai militari che il 18enne non aveva alcun problema. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mistero a Zibido, ragazzo di 18 anni trovato morto nel laghetto

MilanoToday è in caricamento