Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Cenisio Monumentale / Via Giulio Cesare Procaccini

Al via il Ramadan. La maggior parte dei fedeli al Ciak

Come l'anno scorso per tutto il mese di Ramadan sarà aperto agli islamici il teatro Ciak, ma non solo. E per la prima volta in Italia sbarcano le serie tv dedicate al mese di sacro digiuno

La prima veglia di Ramadan al Ciak (da "Repubblica")

Ieri sera sono iniziate anche a Milano le celebrazioni del Ramadan, il mese di sacro digiuno della religione islamica. I fedeli che fanno riferimento al centro islamico di viale Jenner si sono incontrati verso le 21 al teatro Ciak, come l'anno scorso, presso la Fabbrica del Vapore: il gestore Divier Togni aveva infatti dichiarato che non si sarebbe opposto all'utilizzo della struttura. Ma in città sono previsti altri posti di preghiera.

Hamid Shaari, direttore del centro di viale Jenner e già promotore di una lista per le comunali (non ammessa per mancanza di firme), ha annunciato ieri sera che il vicesindaco di Milano, Maria Grazia Guida, lo ha invitato a un incontro per l'8 agosto. Probabile che si parlerà anche della realizzazione di una moschea, visto che il sindaco Pisapia non ha mai fatto mistero di considerarla positivamente.

Sono circa 100mila i musulmani che gravitano a Milano e dintorni. E per loro non ci sarà solo il teatro Ciak. Gli altri centri infatti sono pronti ad accogliere un numero di fedeli superiore alla media che si registra durante l'anno. In prima fila la moschea di Segrate, ma anche il centro di cultura islamica di via Padova 144 diretto da Mahmoud Asfa, che nel 2009 ha ottenuto l'Ambrogino d'Oro. E poi il Coreis di via Meda, gli sciiti filo-iraniani di via Tolstoj, la corrente sufi di viale Piceno, i turchi sunniti di viale Monza.

E' comunque facile prevedere che la maggior parte delle famiglie si auto-organizzerà per le veglie di preghiera serali.

La novità italiana del Ramadan del 2011 è però un'altra: arriva anche nel nostro Paese la tradizione di trasmettere in televisione le serie tv di alta qualità, pensate per l'occasione, che si chiamano "mosalsalat", durante e in prossimità delle ore di rottura del digiuno.

L'emittente che ha avuto questa idea è Babel, visibile sulla piattaforma Sky.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il Ramadan. La maggior parte dei fedeli al Ciak

MilanoToday è in caricamento