Milano, l'ambulante cerca di reagire al furto: preso a pugni e minacciato con un coltello

La rapina martedì in piazza Duca d'Aosta, in stazione Centrale. In manette un 18enne

Ha cercato di rubare senza che lui si accorgesse di nulla. Ma quando la vittima l'ha scoperto, lui ha pensato bene di colpirla con un pugno in faccia e di minacciarla con un coltello per garantirsi la fuga, inutilmente. Un ragazzo di 18 anni, un giovane marocchino, è stato arrestato martedì mattina dalla polizia con l'accusa di tentata rapina aggravata. 

Nel suo mirino è finito un venditore ambulante di 32 anni, che è stato aggredito in piazza Duca d'Aosta, proprio davanti alla stazione centrale. Il giovane rapinatore, stando a quanto riferito dalla Questura, ha cercato di rubare un carica batterie prima di essere scoperto dal 32enne. Quando l'uomo ha cercato di reagire, il giovane gli ha sferrato un violento pugno al volto e gli ha mostrato un coltello per poi allontanarsi. 

La sua fuga, però, è durata molto poco. I poliziotti delle Volanti lo hanno rintracciato nella vicina piazza IV novembre, lo hanno ammanettato e arrestato. Nel borsello del 18enne, che è finito nel carcere di San Vittore, gli agenti hanno trovato anche il coltello usato per il blitz. Il venditore ambulante è stato visitato sul posto, ma non ha avuto bisogno del ricovero in ospedale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento