rotate-mobile
Cronaca Magenta / Piazza Liberazione

Pistola e tuta da imbianchino: rapinatore svaligia il bar e fugge (a casa)

In manette un 61enne, fermato dai carabinieri dopo una rapina a Magenta

La fuga verso casa, scontata. E le manette. Un uomo di 61 anni, un italiano con precedenti per furto, è stato arrestato martedì sera con l'accusa di rapina aggravata dopo aver assaltato, arma in pugno, un bar di piazza della Liberazione a Magenta. 

Il suo raid è scattato verso le 22, quando è entrato nel locale con il volto coperto, una tuta da imbianchino addosso e una pistola in mano, in realtà poi rivelatasi giocattolo ma senza tappo rosso. Dopo aver minacciato i presenti, il rapinatore si è fatto consegnare tutti i soldi presenti in cassa - 1.950 euro in contanti - ed è scappato a bordo di una Opel bianca. 

I carabinieri, allertati dai testimoni, lo hanno rintracciato poco distante e hanno cercato di fermarlo, ma lui per tutta risposta ha premuto il piede sull'acceleratore scappando. Ne è nato un inseguimento finito soltanto in via Meroni a Corbetta, poco distante dall'appartamento in cui vive il 61enne, che evidentemente stava cercando di rifugiarsi a casa. Bloccato, l'uomo è stato dichiarato in arresto. L'arma è stata invece recuperata per strada da un passante, che ha visto la pistola volare dal finestrino della Opel, gettata dal fuggitivo durante la corsa. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola e tuta da imbianchino: rapinatore svaligia il bar e fugge (a casa)

MilanoToday è in caricamento